Descrizione Progetto

21 Maggio 2022

L’AVARO di Molière

COMPAGNIA TEATRALE: LA MARMOTTA

Dopo aver iniziato trentacinque anni fa con l’Avaro, abbiamo voluto cimentarci di nuovo con la “Commedia dell’Arte”, riportando in scena l’incipriata opera di Jean-Baptiste Poquelin detto Molière.
Rappresentata per la prima volta a Parigi il 9 settembre 1668, l’Avaro è l’opera in cui Molière affronta, oltre alla tematica dell’avarizia scellerata, i matrimoni combinati, l’incapacità dei medici, il lusso, la sfarzosità eccessiva ed il gioco d’azzardo.

L’Avaro è uno dei lavori che più si prestano a essere attualizzati nell’era moderna. E’ una storia incentrata sul tintinnio e sul luccichio dei “denari” e dal potere che essi offrono a chi li possiede. Denari che, oltre a dare sicurezza personale, rispetto sociale e potere, a volte conducono alla corruzione e all’usura.

Arpagone è il protagonista della commedia ed è il prototipo perfetto degli usurai, capitalisti e finanzieri. Egli stesso è vittima della sua usura, della sua avarizia e ingordigia che lo rendono incapace di amare, schiavo com’è della sua “cassettina”.
In questa riduzione di due atti e cinque quadri, Fabio Massimo Jacobello evidenzia tutte quelle che sono le peculiarità dei personaggi, ne mette in risalto le caratteristiche comiche, grottesche e drammatiche senza tralasciare l’universalità dei loro sentimenti.

Fabio Massimo Jacobello in questa riduzione a due atti e cinque quadri, evidenzia tutte quelle che sono le peculiarità dei personaggi, ne mette in risalto le caratteristiche comiche, grottesche e drammatiche, senza tralasciare l’universalità dei loro sentimenti.

COSTO ALLA CASSA: INTERO € 12 / RIDOTTO € 10

COSTO ONLINE: INTERO € 10 / RIDOTTO € 8

PRENOTA ORA